3 ottimi motivi per fare di te un brand

3 ottimi motivi per fare di te un brand

Premessa

Sapevi che, statisticamente, i messaggi relativi alla tua azienda sono condivisi 24 volte in più se sei tu in prima persona a pubblicarli?

Questo perché oggi, all’interno di un contesto competitivo tanto affollato quanto agguerrito, i consumatori non prestano attenzione soltanto al prodotto o al brand che lo sostiene, ma costruiscono più volentieri relazioni di fiducia con i volti e le personalità che li realizzano.

L’umanizzazione delle aziende e l’esplosione dei social media hanno annullato le barriere che separano i decision maker aziendali dal pubblico sempre più alla ricerca di interazioni personali.

Di conseguenza, il legame consumatore-brand non ha più a che fare con il semplice soddisfacimento di un bisogno ma si sostanzia nella condivisione di valori e idee che accomunano più semplicemente le persone.
Cosa devi fare, dunque, per rispondere a questa nuova esigenza?

Devi considerarti – e in parte agire – come se fossi un brand definendo la tua immagine, i tuoi valori e le modalità con cui ti rivolgi al tuo target, affinché la tua personalità risulti coerente nel tempo e consenta la costruzione di relazioni di fiducia.

In poche parole, devi fare personal branding.

Ma non devi necessariamente fare più di quanto tu già non faccia; la tua agenda sarà sicuramente abbastanza intricata e la tua giornata in azienda più che frenetica. Del tuo personal brand possono occuparsi professionalità adibite a questo, ma affinché il lavoro sia performante è fondamentale che tu capisca quanto sia importante pensare a te stesso come ad un marchio.

Prima però di spiegarti perché individuare qualcuno che si occupi del tuo marchio personale è di fondamentale importanza, è altrettanto necessario capire, in pochissime parole, cosa si intende per personal branding.

Cosa è il Personal Branding?

Con l’espressione Personal branding si fa riferimento a quel complesso di strategie messe in atto per promuovere sé stessi, le proprie competenze ed esperienze e la propria carriera alla stregua, appunto, di un brand aziendale.

Non è un caso, infatti, che ci si riferisca spesso al personal branding come a una forma di marketing applicato alla persona.

L’obiettivo finale di qualsiasi operazione di branding è posizionare il marchio nella mente dei consumatori, o più genericamente, degli stakeholder con i quali si entra in contatto.

Lo stesso principio vale anche quando il brand di cui si parla sei tu, del resto, così come dice Jeff Bezos, amministratore delegato di Amazon, il Personal Branding è “quello che la gente dice di te, una volta che sei uscito dalla stanza”.

Capire il significato di personal branding però è solo il primo passo nella giusta direzione; lo step successivo è comprendere perché questa attività di marketing dovrebbe interessarti.

Quindi, come possono i social media risparmiarti di diventare il prossimo Blockbuster? Considera che un americano su tre riceve le proprie notizie tramite Facebook e che le notizie si interrompono su Twitter prima che vengano riportate altrove. Gli imprenditori intelligenti si rendono conto di poter monitorare i social media e imparare molto su ciò che piace alla gente, cosa vogliono e dove è diretto il mondo nel suo insieme.

Il modo migliore per farlo è seguire persone rilevanti e monitorare parole chiave specifiche. Interagire con imprenditori che sono sulla stessa lunghezza d’onda è anche un ottimo modo per rimanere aggiornati. Ma ci ritorneremo tra un minuto.

Perché fare Personal Branding?

Sia che tu sia un freelance alle prime armi o che tu abbia raggiunto i più elevati vertici aziendali, le attività di personal branding possono determinare benefici concreti non solo dal punto di vista professionale ma anche personale. Scopriamo perché.

1. Il Personal Branding aumenta il vantaggio competitivo della tua azienda

Secondo Nielsen, il 92% delle persone intervistate, ritiene che avere un team che approvi attivamente il messaggio della propria azienda, anche attraverso piattaforme personali, rappresenti una risorsa per l’azienda stessa.

Questo perché le aziende hanno compreso che la loro comunicazione passa anche e soprattutto attraverso quello che i propri dipendenti dicono nelle loro conversazioni online.

Agisci: unisciti ad almeno 10 gruppi e inizia a conversare. Se stai affrontando un problema con la tua attività, prendi in considerazione di condividerlo con il gruppo. È probabile che altri imprenditori abbiano affrontato problemi simili e saranno felici di essere d’aiuto. Se stai usando LinkedIn, prova a diventare il principale collaboratore del tuo gruppo.

2. Il Personal Branding consente di fare network

Così come anticipato nelle prime righe di questo articolo, i messaggi che pubblichi in prima persona, non solo sono maggiormente condivisi sulle diverse piattaforme ma semplificano anche il coinvolgimento autentico.

Come osservato dal CEO di Hangout, il 77% di tutte le conversazioni di marca sui social coinvolge persone che hanno bisogno di consigli, aiuto e idee.

Di conseguenza, coloro che hanno un forte personal branding sono in grado di sfruttare questa tendenza così da far risaltare sé stessi e la propria azienda intrecciando relazioni personali e professionali strategiche e durature.

3. Il Personal Branding è un paracadute

La vita è imprevedibile e sorprendente, motivo per cui, durante la tua carriera potresti avere la necessità di cambiare lavoro. Definire la tua immagine ed i tuoi valori consente di poter sfruttare il vantaggio competitivo e le relazioni acquisite per non partire da zero nella costruzione di una forte personalità professionale che attesti le tue competenze.

Uno strumento di analisi

Una volta individuati quali sono i vantaggi determinati da un forte marchio personale, te la senti di fare di te un vero e proprio brand?

Come primo step puoi utilizzare questo strumento per valutare la tua presenza sulle piattaforme social allo scopo di valorizzare il tuo brand personale come Imprenditore e costruirti delle opportunità di business in rete.

Servizi BrandMe

I nostri servizi gestiti interamente da un team di professionisti sono stati pensati per chi come te ha già altro da fare.

Il fai da te in questo campo non funziona. Esistono degli ottimi libri e dei corsi eccellenti  ma se davvero gestisci un’impresa non avrai mai il tempo di fare nemmeno una frazione di quello che sarebbe necessario fare per avere dei risultati apprezzabili sui social.

Un team di specialisti che gestisce in outsourcing i tuoi profili social costa, è vero. Ma di certo costa meno del tempo che dovresti dedicarci in prima persona o dei danni di reputazione che potrebbe causarti affidare questo incarico al famigerato “cuggino” o all’immancabile tuttofare aziendale e, in termini di sviloppo di mercato e di apertura a nuove opportunità il vero costo è restare pressochè invisibili in rete.

Quick Start

Se vai di fretta o non sai quali servizi sono i più indicati per te, puoi utilizzare il modulo Quik Start per ricevere tutte le informazioni che desideri sui nostri servizi e le modalità di erogazione. La compilazione del form richiede non più di un minuto e non ti fa entrare in nessun funnel o mailing list.

Close Menu