4 consigli per creare contenuti memorabili

4 consigli per creare contenuti memorabili

Premessa

Giorno dopo giorno la routine prende il sopravvento. 

Le settimane scorrono, senza che ci sia differenza tra lunedì e venerdì, mattina e sera.

Molti di noi passano il proprio tempo tra casa e lavoro, alcune volte senza nemmeno uscire per andare in ufficio.

E così, quando tutte le nostre esperienze rimangono le stesse è davvero difficile che diventino memorabili. 

Lo stesso vale per il content marketing: a meno che non si distinguano dalla massa, è probabile che i soliti eBook, post o case study passino inosservato come lo scorso martedì. 

Ecco perché dobbiamo, in qualità di professionisti del marketing, continuare a trovare modi originali per far vivere al nostro pubblico nuove esperienze, colpire le giuste note emotive e fornire un valore reale.

Quindi, in attesa che la vita sociale riprenda, diamo un’occhiata a come i nostri contenuti possono diventare memorabili.

4 tipologie di contenuti che possono coinvolgere il tuo pubblico

1. Contenuti emotivi

Il marketing è fatto dalle persone per le persone, ed in quanto esseri umani sono le emozioni a guidare le nostre scelte. 

Lo stesso vale per i brand.

Prima della pandemia, infatti, numerose sono state le testimonianze di marchi che non hanno saputo affermare la propria identità a causa della loro incapacità nel sapersi mettere in gioco emotivamente.

La ricerca di Les Binet e Peter Field sviluppata per il B2B Institute di LinkedIn, a tal proposito, mostra come le imprese B2B che abbiano implementato strategie emotivamente coinvolgenti siano 7 volte più efficaci nel guidare le vendite e generare profitti a lungo termine, rispetto a quelle imprese che hanno optato per un marketing dei contenuti razionale. 

Quello che, quindi, un professionista del marketing deve chiedersi non è tanto se le emozioni giochino un ruolo rilevante nella comunicazione, piuttosto, quali sono, invece, le emozioni su cui puntare per dar vita a contenuti memorabili.

In un periodo storico in cui emozioni negative, come ansia e preoccupazione, stanno prendendo il sopravvento, è importante concentrarsi sulla positività. 

In momenti come questo, offrire una via di uscita dall’attuale stato emotivo delle persone, utilizzando il potere dei contenuti, è una strategia vincente.

Il consiglio, perciò, non è quello di ignorare il problema, ma di aiutare le persone ad affrontarlo.

Ricorda: più il mondo diventa disorientante, maggiore è il ruolo delle emozioni nel plasmare la nostra risposta ad esso.

2. Contenuti indimenticabili

Il tuo pubblico interagisce con il tuo marchio in un momento preciso: a volte capita che le persone finalizzino l’acquisto nell’immediato, altre, però, possono prendere la decisione di farlo in seguito. 

Ciò significa che, in questo secondo caso, i messaggi che crei per il tuo brand devono rimanere nella mente abbastanza a lungo da riuscire ad influenzare una decisione di conversione futura.

Sfortunatamente, secondo un sondaggio condotto da Business Community, l’87% dei professionisti del marketing ha ammesso di non essere sicuro o di non credere che il proprio pubblico agisca basandosi sui propri contenuti.

E anche se la stragrande maggioranza dei professionisti del marketing (91%) concorda sul fatto che è importante per il proprio pubblico ricordare i propri contenuti, solo il 26% si sente sicuro che i materiali di marketing che producono siano, in effetti, memorabili.

Perché? Cosa rende la maggior parte dei contenuti di marketing così tristemente dimenticabile? E cosa puoi fare per assicurarti che i tuoi interlocutori ricordino i tuoi messaggi?

La chiave della memorabilità di un contenuto risiede in una combinazione vincente tra content strategy, design e tempismo.

La realizzazione di contenuti di valore, unitamente al design accattivante e all’individuazione dei momenti ideali di condivisione del messaggio sono fondamentali per la realizzazione di contenuti indimenticabili.

Ed oggi, con l’80% del ciclo di vendita che avviene in contesti digitali o remoti, è proprio il “fattore Memoria” a guidare le decisioni di acquisto.

3. Contenuti interattivi

Stare seduti sul divano a scorrere infiniti feed pieni di notizie, articoli da leggere e post statici in modo passivo è davvero noioso. 

Certo, a tutti piacerebbe poter accedere alle informazioni in un semplice clic, ma ancor più bello sarebbe poter confrontarsi con persone che capiscono le nostre sfide e vogliono contribuire a fornire soluzioni. 

Questo è uno dei motivi principali per cui la creazione di contenuti interattivi ed esperienziali offrono al pubblico qualcosa da fare, dire, sentire, coinvolgendolo, e qui ritorniamo al punto uno, emotivamente. 

Ma allora, in che modo i contenuti possono ispirare le persone a esplorare, interagire e impegnarsi? Giocando con template e formati.

  • Calcolatrici e strumenti
  • Quiz, giochi e sondaggi
  • Foto e video multi-touch
  • EBook interattivi
  • Chat dal vivo

Hai tante opzioni. 

Alcune forme di contenuto interattivo richiedono più sforzi e tempi più dilatati per essere prodotte rispetto ad altre, ma esistono alcuni formati altrettanto validi ma meno laboriosi in grado di stimolare l’interazione del pubblico. 

Il live streaming su LinkedIn, ad esempio, è uno dei metodi più semplici per interagire e coinvolgere il tuo pubblico in tempo reale.

Con la giusta attenzione e un po ‘di ingegnosità, anche il più semplice dei formati può attrarre e coinvolgere il tuo target, identificare e affrontare i punti deboli, guidare attraverso un complesso marketing funnel e persino aumentare il potenziale di conversione e accrescere la fedeltà al marchio.

4. Contenuti a lungo termine

Il marketing è una maratona, non uno sprint. 

In questo contesto, fare successo con un singolo contenuto, ma senza follow-up, è meno efficace che costruire lentamente il tuo pubblico nel tempo.

Ma quali sono i contenuti a lungo termine più efficaci in termini di coinvolgimento e performance?

Blog content

Il blogging ha circa 26 anni e conserva ancora il suo fascino. 

In effetti, un recente sondaggio condotto da SEMrush ha rilevato che il blog post rimane il più popolare, con l’86% dei marketer che sostiene sia la tipologia di contenuto più importante da sviluppare. 

Ma in che modo il blogging è una tattica a lungo termine?

Un blog è un canale di proprietà del marchio e una preziosa risorsa di conoscenze pertinenti per i tuoi clienti e prospect. 

Smetti di pubblicare lì e per i tuoi interlocutori verrà meno quella fonte affidabile di prospettive e informazioni sul marchio.

Insomma, una volta che inizi non puoi più fermarti!

Social Content

Nel 2019 Statista ha riferito che, mediamente, una persona trascorre 144 minuti al giorno sui social media. 

È quindi immaginabile che, a causa della pandemia da COVID-19, il numero dei minuti spesi sui social network sia aumentato. 

E si sa: nel marketing, vai dove si trova il tuo pubblico.

Ancora una volta, però, è la costanza nel tempo a determinare il successo dei tuoi contenuti social. 

Far crescere il tuo pubblico sui social media è un processo laborioso e lungo, ma vale davvero la pena spendere tempo e lavoro per avere un seguito coinvolto, pronto a consumare i contenuti che distribuisci e promuovi sulle piattaforme che hai attivato per il tuo brand.

Influencer Content

Le campagne di influencer marketing sono probabilmente classificate tra le strategie di content marketing a breve termine. 

Tuttavia, le relazioni tra persone richiedono nutrimento e interazioni frequenti per crescere e consolidarsi. 

Le relazioni con gli influencer, e quindi l’influencer marketing, devono essere affrontate allo stesso modo. Con nutrimento ed empatia. 

Del resto, anche gli influencer sono persone.

Podcast Content

Avviare un podcast non è un gioco da ragazzi. Si tratta di lavorare con un nuovo mezzo: l’audio. 

Implica la pubblicazione su diversi canali: Spotify, Apple Podcasts, Stitcher, ecc. 

Implica la creazione di episodi ponderati. 

E, soprattutto, implica la creazione di una routine a cui gli ascoltatori, settimana dopo settimana, si appassionano sempre più.

Sembra davvero spaventoso, un impegno troppo grande da sostenere a lungo termine.

Ma bada bene: è proprio nel formato audio e nella cadenza regolare delle pubblicazioni che risiede il segreto del successo del Podcast.

Un’opportunità per sfruttare ogni episodio per sperimentare nuovi approcci e strategie di coinvolgimento per il tuo pubblico.

Conclusione

Trovare giorno per giorno un modo per stupire, incuriosire e coinvolgere il pubblico non è semplice, ma giocare sulle leve giuste per costruire contenuti accattivanti e trovare i giusti formati attraverso cui veicolarli è la chiave per conquistare e fidelizzare i tuoi interlocutori.

Creare costantemente contenuti memorabili non è un gioco da ragazzi ma sicuramente darà i suoi frutti.

Servizi BrandMe

I nostri servizi gestiti interamente da un team di professionisti sono stati pensati per chi come te ha già altro da fare.

Il fai da te in questo campo non funziona. Esistono degli ottimi libri e dei corsi eccellenti  ma se davvero gestisci un’impresa non avrai mai il tempo di fare nemmeno una frazione di quello che sarebbe necessario fare per avere dei risultati apprezzabili sui social.

Un team di specialisti che gestisce in outsourcing i tuoi profili social costa, è vero. Ma di certo costa meno del tempo che dovresti dedicarci in prima persona o dei danni di reputazione che potrebbe causarti affidare questo incarico al famigerato “cuggino” o all’immancabile tuttofare aziendale e, in termini di sviloppo di mercato e di apertura a nuove opportunità il vero costo è restare pressochè invisibili in rete.

Quick Start

Se vai di fretta o non sai quali servizi sono i più indicati per te, puoi utilizzare il modulo Quik Start per ricevere tutte le informazioni che desideri sui nostri servizi e le modalità di erogazione. La compilazione del form richiede non più di un minuto e non ti fa entrare in nessun funnel o mailing list.

Chiudi il menu
Share This