LinkedIn Stories: come e perché utilizzarle

Linkedin Stories è la nuova feature lanciata dall'omonima piattaforma di professional networking volta a promuovere la condivisione e le relazioni professionali in modo più immediato e meno strutturato. Ma come e perché inserirla nella tua Content Strategy?

Premessa

Solo lo scorso anno sono state 1 miliardo e 250 mila le persone che ogni giorno hanno utilizzato la funzionalità delle storie attraverso Facebook ed Instagram. 

Non sorprende, dunque, che anche LinkedIn abbia seguito le orme delle piattaforme firmate Zuckerberg lanciando una nuova feature, da pochissimo disponibile in Italia: LinkedIn Stories. 

Secondo quanto riportato in un post scritto da Pete Davies, responsabile dei prodotti di consumo LinkedIn, l’azienda era alla ricerca di un nuovo modo per i membri di interagire in un contesto professionale non troppo pesante.

“(Le storie) si sono diffuse per una buona ragione: offrono un modo leggero e divertente per condividere un aggiornamento senza che debba essere perfetto o legato per sempre al tuo profilo”.

LinkedIn Stories sarà, quindi, un altro canale attraverso cui mostrare la creatività e l’autenticità del proprio marchio o business, utile a costruire e alimentare le relazioni professionali. 

Ma tu, in qualità di professionista o manager, dovresti usare LinkedIn Stories? 

Assolutamente si!

Con LinkedIn Stories, avrai un’opportunità unica per mostrare la tua attività da una nuova prospettiva e interagire con il tuo pubblico così come è abituato a fare. 

Ma cosa significa questo per le aziende e i brand che utilizzano LinkedIn?

Storie LinkedIn: cosa sono e come possono essere utili?

Le storie stanno diventando sempre più il modo preferito dagli utenti per consumare contenuti sui social media. Questo non vuol dire che le storie debbano sostituire completamente la pubblicazione di un aggiornamento di stato su LinkedIn. 

Tuttavia, la funzionalità delle storie offre semplicemente agli utenti la possibilità di diversificare la creazione di contenuti LinkedIn e raggiungere un pubblico più ampio.

Inoltre, questa tipologia di contenuto più immediato e disinvolto consente agli utenti LinkedIn di dare uno sguardo più approfondito alla persona che si cela dietro il marchio. 

Ciò è particolarmente utile per gli imprenditori, i manager ed i creativi desiderosi di intrecciare un legame più profondo con clienti e prospect.

Quali sono i parametri delle LinkedIn Stories?

Le LinkedIn Stories sono disponibili solo tramite l’app mobile. 

La loro durata massima è di 20 secondi e sarà possibile visualizzarle solo entro le 24h dalla loro pubblicazione, così come accade per le altre piattaforme che mettono a disposizione questo formato.

Gli utenti possono aggiungere sovrapposizioni di testo, menzionare account, condividere una domanda e aggiungere una serie di adesivi alle loro storie.

Una volta pubblicate, le LinkedIn Stories vengono visualizzate, sui dispositivi mobili,  in “bolle cliccabili” nella parte superiore del feed LinkedIn.

Le storie vengono visualizzate in un formato 9:16 a schermo intero.

Gli spettatori possono rispondere tramite messaggio diretto, semplificando le conversazioni rapide e casuali sulla piattaforma.

Come inserire le LinkedIn Stories nella tua Content Strategy

Se hai già pubblicato storie su altri canali, non sarà così difficile passare a LinkedIn Stories. 

Proprio come le storie Instagram, quelle LinkedIn offrono un’enorme opportunità per creare un dialogo più forte e personalizzato con il proprio pubblico.

Ma prima di passare direttamente alla tua nuova Content Strategy, che ovviamente includerà anche le LinkedIn Stories, vale la pena considerare con chi stai parlando e perché vuoi catturare la loro attenzione.

Capire il pubblico a cui ti rivolgi, quali sono gli interessi dei tuoi utenti e cosa vuoi ottenere da loro sono, infatti, passi fondamentali per definire qualunque tipologia di strategia.  

Quindi, dopo aver analizzato target ed obiettivi da raggiungere, puoi inserire le LinkedIn Stories nella tua strategia di marketing.

Come? 

Di seguito troverai 4 consigli per creare contenuti memorabili

1. Condividi domande e risposte utili per il tuo pubblico

Offrire ai tuoi utenti contenuti informativi ed interessanti relativi al tuo settore di attività e al tuo business è importante per aumentare il coinvolgimento e la brand awareness.

Ospitare nelle LinkedIn Stories una sessione di domande e risposte può essere un ottimo modo per veicolare questa tipologia di contenuti e posizionarti come leader di pensiero.

Oltre a definire tu le domande e risposte da sottoporre ai tuoi utenti, puoi invitare il tuo pubblico a inviarti tramite messaggio alcuni spunti o argomenti che vorrebbero approfondire.

Ricorda solo di mantenere i tuoi contenuti adatti alla natura veloce e facile delle storie. Ad esempio, se vuoi condividere “5 suggerimenti sul personal branding”, puoi preparare 5 diapositive da inserire nelle tue LinkedIn Stories, in modo da rendere i tuoi contenuti dinamici e appetibili. 

2. Condividi aggiornamenti in tempo reale

La breve durata che le caratterizza rende le LinkedIn Stories perfette per condividere contenuti meno raffinati e in real time.

Dalle trasferte lavorative alle cerimonie di premiazione, la condivisione di clip di eventi dal vivo attraverso le storie può essere un ottimo modo per mostrare cosa succede all’interno della tua azienda.

Questo può anche essere un ottimo modo per creare maggiore attrazione intorno ad un evento LinkedIn che vuoi promuovere. 

Considera l’idea di chiedere ai relatori chiave o ai coordinatori degli eventi di condividere brevi commenti, oppure mostra un’anteprima di alcuni dei dettagli speciali che hai in serbo!

3. Condividi le testimonianze dei clienti

Non importa a quale generazione tu appartenga, è probabile che, quando devi acquistare un prodotto o un servizio, le opinioni delle persone siano per te più affidabili di qualsivoglia content strategy. 

Questo perché la Feedback Economy incide su qualunque business, e pure tanto!

A tal proposito le LinkedIn Stories possono rappresentare un canale importante per accrescere la fiducia attorno al tuo brand: condividi, ad esempio, contenuti in cui i tuoi clienti parlano della loro esperienza a contatto con la tua offerta ed il tuo marchio.

4. Condividi contenuti che promuovono la tua attività

Le storie LinkedIn offrono una grande opportunità per mostrare sui social il lato più umano e autentico di un brand. 

Come ha scritto Davies,

“La sequenza del formato Storie è ottima per condividere momenti chiave (e) lo stile narrativo a schermo intero rende facile condividere suggerimenti e trucchi che ci aiutano a lavorare in modo più intelligente”.

Ciò significa che puoi creare storie che spieghino come i tuoi prodotti o servizi possono risolvere i problemi del tuo pubblico, ovvero qual è la tua proposta di valore. 

Puoi anche adattare i tuoi contenuti di testo per lo stesso scopo, coinvolgendo le persone in modo diverso tramite le storie LinkedIn.

Che tu stia condividendo opportunità di lavoro o il lancio di un prodotto, sfruttare questo nuovo canale per raggiungere un maggior numero di spettatori è sicuramente una buona mossa!

Conclusione

Ma quindi, qual è il plus che apportano le LinkedIn Stories a te ed al tuo brand?

In poche parole, questa nuova feature fornirà un modo originale ed immediato per condividere informazioni con il tuo pubblico. 

E, sebbene avere un altro canale da gestire potrebbe sembrare opprimente, ci sono molti modi per trasformarlo in una nuova opportunità creativa per supportare i tuoi obiettivi di business.

34

Contenuti

Quick Start

Ricevi un'analisi su come possiamo procurarti nuove opportunità di business.

Collaborazioni

Siamo sempre interessati ad entrare in contatto con persone e gruppi che sanno il fatto loro.

Meet

Per incotrarci di persona qui trovi le sedi e il modulo per schedulare un appuntamento.
BrandMe Logo WP

Nooooo vai via!?

Seguici su LinkedIn❣

Ci manchi già...